Danza Paloma/Continuum: danza d’autore al Piccolo Bellini

Danza Paloma

Ritornano al Piccolo Bellini di Napoli i week end all’insegna della danza d’autore con Danza Paloma/Continuum, due spettacoli dal diverso registro linguistico e stilistico, andati in scena dal 20 al 22 gennaio 2017.

Danza Paloma

Prodotto dal Centro Coreografico Körper, curato ed interpretato dal giovane talento Nicolas Grimaldi Capitello, l’assolo parte dal film di Alan Parker Birdy – Le ali della libertà per analizzare mediante il connubio di luci ed ombre, di gesto grezzo e movimento fluido, il desiderio, la brama ancestrale dell’uomo di superare il limite corporeo per librarsi nell’aria mediante il volo. La natura primordiale dell’utopia  viene scardinata partendo da una ricerca sull’arte del funambolismo e individuando una peculiare affinità con l’istinto delle specie animale, assume il punto di vista di uno degli animali meno rappresentativi di questo istinto supremo di superamento dei limiti dell’oggettività corporea: il piccione.

L’uomo/coreografo e l’uomo/piccione si fondono presentandosi avvolti dalla penombra e dal silenzio della sala. Sprazzi di luce intervallano i suoi movimenti lenti e scattosi che invadono il corpo, dal collo alle spalle, dal ventre fino ai piedi svelando, sul piano simbolico, il passaggio tra il mondo della terra del coreografo ed il cielo del piccione: dei pattini rollerblade a congiunzione dei due mondi, ali metaforiche che stridono con forza sul palcoscenico diventando croce e delizia nella ricerca della propria e dell’altrui libertà.

Accompagnandosi sulle note di Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno  e Cuccuruccuccu Paloma cantata da Caetano Veloso, il coreografo viaggia sulle ali del piccione disegnando voli nel quadrato limitato del palcoscenico. Voli fatti di giochi, di scoperte, di sorrisi ma anche di affondi e cadute, espressione di un’oggettività dalla quale nessuno rifugge, nemmeno un moderno Icaro che, mosso dalla volontà di districarsi dai grovigli insiti nella propria condizione, di uomo o di piccione,  scopre sulla propria pelle il prezzo della ricerca della libertà.

Continuum

Prodotto dalla Compagnia Equilibrio Dinamico, nata nel 2011 sotto la direzione di Roberta Ferrara, coreografie e set concept di Matthias Kass e Clement Bugnon, Continuum vede in scena vede in scena quattro danzatori: Nicola De Pascale, Serena Angelini, Beatrice Netti e Antonella Albanese.

Diverso il registro, diverso lo stile, diverso il tema: il tempo costante, non un costrutto astratto ma tangibile e reale che, nell’alternanza della tecnica dei movimenti e nella dinamica dei corpi, si allenta e si stringe nell’elettricità dei stessi. Corpi che corrono, che girano, che disegnano sagome immaginare, che si ripetono in mille movimenti uguali scandendo il lento o il troppo veloce scorrere del tempo.

I corpi dialogano col pubblico in un’alternanza di note armoniose e stridule nell’ambito di uno schema che avvicenda momenti di apertura e chiusura grazie ad una tecnica definita che colpisce ed accarezza il pubblico, anche quello meno avvezzo a questo tipo di linguaggi.

Lo sfinimento dei corpi nella prova fisica diventa metafora di un tempo di vita che scorrendo tra la vita e la morte diventa necessariamente materia in esaurimento ed in quanto tale difficile da afferrare veramente.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282