Autore: Manfredi

0

Accordi e disaccordi: recensione del film e trailer

Un gran personaggio e un piccolo mondo accogliente in cui muoversi ad occhi chiusi, fidando nel potere della musica più amata: di questo sembra avere bisogno il signor Allen, che gira (quasi in sordina, circondato dalla falsa benevolenza che si accorda agli anziani maestri) il suo film migliore da Pallottole Su...

0

In the mood for love: trama e recensione

Questione di stile, e di eleganza. D’amore, e di ombre. Poche visionarietà possono vantare la potenza e la capacità di lasciare attoniti che appartiene a Wong Kar-Wai. Definirlo sperimentale, all’epoca di Hong-Kong Express o Happy Together, fu un leggero errore di valutazione. C’era meraviglia, nelle panoramiche dall’alto della cascata di Iguazu. C’era furore...

0

21 grammi: recensione del film di Alejandro González Iñárritu

All’inizio c’è il passato che ha le sembianze del presente, più volte interrotto da un presente che ha le sembianze del passato. Il tempo non ha una collocazione specifica fino a quando, a metà film, tutto torna, e mentre ciò accade nemmeno per un istante il tempo sembra avere importanza....

0

Amores Perros: recensione del primo film della trilogia della morte

Anticipazioni. Ripetizioni. Sospensioni. Il tempo è un concetto da manipolare. Una storia raccontata dai vari punti di vista dei personaggi. Niente di nuovo. All’inizio c’è The Killing (Rapina A Mano Armata) di Kubrick, punto. Amores Perros (Amori cani) è questo e altro. E’ il Messico, anzi Cittā del Messico. E’ anche il melodramma...

0

Happy Together: recensione del film di Wong Kar-Wai

Colori irreali alternati ad un sensuale bianco e nero, un’attenzione quasi maniacale alla perfezione delle immagini, per una trama semplice ma dai profondi contenuti. E’ Happy Together, ultimo lavoro di Wong Kar-Wai, premiato per la miglior regia al Festival di Cannes 1997. Lasciata Hong Kong in un anno dai forti connotati...

0

Lou Reed: la discografia (parziale) del poeta del rock

Pubblichiamo integralmente l’articolo che Mauro Carassai, Ilario Galati e Alfonso Tramontano Guerritore pubblicarono sul compianto Musicboom. Alla discografia mancano gli ultimi album ma è un pezzo veramente imperdibile se volete cominciare ad addentrarvi nel mondo di Reed. Lou Reed (1972) L’anima maledetta di uno dei gruppi piu’ sconvolgenti della storia del...

0

Spacemen 3: discografia e canzoni

Nel buio periodo della metà degli anni ’80 inglesi, solo gruppi come Loop e My Bloody Valentine toccavano corde simili a quelle degli Spacemen 3. Ecco quindi un tentativo di ripercorrere, senza ambizioni enciclopediche ma con asettica dedizione e attenzione a cronaca e discografia, la storia di questo gruppo che non era esattamente un trio,...

0

Thin White Rope: brevissima storia e discografia

Cominciamo dalla fine. Anzi, cominciamo dall’inizio della fine: dal primo brano suonato dai Thin White Rope in occasione del loro ultimo concerto, a Gent, in Belgio, nel 1992, performance registrata e poi pubblicata interamente nell’album The One That Got Away. Questo primo pezzo si intitola Down in the Desert, e per giunta...

0

Kraftwerk: la prima centrale energetica del sound electro

Nel delicato momento del passaggio tra gli anni sessanta ed i settanta in Germania nasce e si afferma il Krautrock, in Germania si aprono le porte del Cosmo, in Germania i Kraftwerk inventano e rendono fruibile la musica elettronica per tutti. Puristi dell’elettronica, tecnocrati della prima generazione, padroni assoluti dei...

0

Fear of Talking Heads

In tanti celebrano o hanno celebrato come massima sintesi di certo ‘funk bianco’ uscito alla ribalta nei primissimi anni ’80 un disco dei Talking Heads, Remain in Light, interamente costruito sulla reiterazione di figure di chitarre e percussioni, all’insegna della contaminazione del suono ‘bianco’ della chitarra elettrica con la proverbiale pulsazione...


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282