I 10 film da vedere della seconda metà del 2016

film-da-vedere-2016

Dieci film da vedere nella seconda metà del 2016: se togliamo i soliti Eastwood e Allen, cosa potrebbe stupirci al cinema?

 

Un padre, una figlia di Cristian Mungiu

 

Un medico vive in una piccola città di montagna della Transilvania e ha educato la figlia Eliza con l’idea che avrebbe lasciato il paese per andare a studiare all’estero al compimento dei suoi diciotto anni. Il giorno prima della prova scritta degli esami subisce un’aggressione che mette in discussione la sua partenza. Il padre deve prendere una decisione.

in sala

Perché? Un film profondamente etico, che mostra un paese ferito raccontando un tipico rapporto padre-figlio

Falchi di Toni D’Angelo

Peppe e Francesco sono due falchi della sezione speciale della Squadra Mobile di Napoli e vivono una vita piena di tensione. Francesco è depresso ed è sempre sotto effetto di droghe, Peppe vive una vita solitaria.

Data di uscita: 17 novembre 2016

Perché? Secondo lungometraggio di Toni D’Angelo, figlio di Nino, che vede protagonista l’amatissimo Fortunato Cerlino, il Don Pietro Savastano di “Gomorra”.

Dopo l’amore di Joachim Lafosse


Lafosse racconta il dramma della separazione e racconta una famiglia dopo un evento così tragico. Berenice Bejo è la protagonista del film che rimanda, inevitabilmente, a Il passato di Farhadi.

Data di uscita: 24 novembre 2016

Perché? Lafosse continua il suo percorso sulla famiglia e lo fa con le sue armi consuete: scrittura perfetta, ottima direzione attoriale, perfetta gestione dello spazio scenico.

E’ solo la fine del mondo – Xavier Dolan

Louis è un giovane scrittore che ha lasciato la sua casa natale per vivere da solo ma, a causa di una brutta notizia, torna a trovare i suoi. Rivivrà le stesse dinamiche nevrotiche che, dodici anni prima, gli avevano fatto maturare la scelta di andarsene.

Data di uscita: 1 dicembre 2016

Perché? In tanti hanno detto che è un film minore di Dolan ma è un regista talmente talentuoso che non si può non seguirlo nel suo percorso.

The Beatles: Eight days a week di Ron Howard

Ron Howard racconta i Beatles in un film evento sui live, a partire dai primi giorni, fino ai concerti che hanno segnato la storia della musica del Novecento. Un racconto minuzioso, con filmati inediti e rari, che mostrano il dietro le quinte della band.

Data di uscita: 15 settembre

Perché? Film prodotto con la piena collaborazione di Paul McCartney, Ringo Starr, Yoko Ono e Olivia Harrison e si avvale della maestria narrativa di Howard

Frantz, François Ozon

Siamo in una cittadina della Germania nel 1919, Anna va tutti i giorni sulla tomba del fidanzato caduto in Francia al fronte. Un giorno conosce un ragazzo francese che porta fiori sulla tomba del suo amico tedesco che cerca di dimenticare. L’incontro solleverà paure e dubbi e li metterà dinanzi ai propri sentimenti.

Data di uscita: 22 settembre

Perché? Rappresenta, a detta di chi l’ha visto a Venezia, un grandissimo passo avanti nella filmografia di Ozon, regista elegante, raffinato e toccante.

Lo and Behold: il futuro è oggi, Warner Herzog

Herzog propone una serie di interviste a personaggi affascinanti e, attraverso le loro parole, descrive il mondo di internet, una delle più grandi rivoluzioni che stiamo vivendo come esseri umani. Nell’affrontare quest’analisi, però, pone anche domande profonde sul futuro di internet: ci causerà più danni o più vantaggi?

Data di uscita: 6 ottobre 2016

Perché? I documentari di Herzog sono ritratti inconsueti del nostro mondo, capaci di creare dibattiti importanti mostrando diverse sfaccettature di uno stesso fenomeno.

Io, Daniel Blake – Ken Loach

https://www.youtube.com/watch?v=aLEPQ9FYU0U

Daniel Blake, per la prima volta nella sua vita, è costretto a chiedere un sussidio allo Stato. Ha 59 anni e ha subito una grave crisi cardiaca. Purtroppo, a causa della burocrazia, è costretto a cercare nuovamente lavoro per non avere una pesante sanzione mentre aspetta la sua indennità per malattia. Durante una visita al centro per l’impiego, incontra Katie, una madre single con due figli, che non riesce a trovare un lavoro.

Data di uscita: 21 ottobre 2016

Perché? Come ha scritto Boille su Internazionale, è “un urlo contro la burocrazia che soffoca l’uomo”. Loach, poi, è un regista da sempre impegnato a raccontare i risultati catastrofici del neoliberismo.

La ragazza senza nome – Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne

https://www.youtube.com/watch?v=Wpstyz7BDoc

Jenny, un giovane medico di base, una sera, dopo aver chiuso, sente suonare alla porta ma non apre. Il giorno dopo apprende dalla polizia del ritrovamento di una ragazza giovane nelle vicinanze.

Data di uscita: 27 ottobre 2016

Perché? I Dardenne proseguono con le loro indagini nella responsabilità delle scelte della collettività con il loro stile consueto dove la mdp, letteralmente, pedina il protagonista.

Il cliente di Asghar Farhadi

Emad e Rana sono costretti a lasciare il loro appartamento a Teheran per lavori di ristrutturazione. Cercano una nuova abitazione ma un incidente con l’ex inquilina cambierà la tranquillità della coppia.

Data di uscita: 03 novembre 2016

Perché? Farhadi, al momento, non ha sbagliato un film. Adesso è alle prese con un thriller magistralmente scritto, curato e ben diretto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282