Il vuoto che resta: l’amore finito secondo Valentina Savi

Il vuoto che resta

Il vuoto che resta, libro primo della Instagrammer Valentina Savi – ideatrice del progetto Tutte le mele di Annie – è un libro dedicato ai cuori feriti e al loro lungo, straziante processo di guarigione.

Quando l’amore finisce, ti lascia dentro un vuoto difficile da colmare. Se la persona che ha fatto parte della tua vita improvvisamente si allontana, rimangono delle tracce impossibili da ignorare, un dolore sordo nella quotidianità che ha bisogno di tempo e cure per poter scomparire, e forse non lo fa mai per davvero.

Annie, nel suo Il vuoto che resta, ci racconta di Jacopo e della sua storia finita con Gabriella. La modalità con cui decide di farlo è quella epistolare: attraverso una serie di lettere, il lettore rimette insieme i pezzi di un amore terminato prematuramente, mentre il protagonista cerca, al contempo, di riassemblare i cocci della sua esistenza.

Conosciamo infatti Jacopo quando il suo amore è già concluso e non sa davvero come rimodellare la sua vita senza la sua ragazza. Jacopo è triste, disperato, sconvolto. Per poter affrontare il dolore, gli viene in mente un modo soltanto, scrivere a Gabriella delle lettere e descriverle, giorno dopo giorno, la sua quotidianità senza lei, il suo stanco trascinarsi, i suoi rimpianti e i piccoli momenti di gioia duramente strappati a una realtà che proprio non ci pensa a usargli clemenza.

Dalle lettere del ragazzo, che vanno avanti per più di un anno, scopriamo i dettagli della sua storia d’amore e ci facciamo un’idea sul perché non abbia funzionato.

Dimenticare qualcuno è difficile, specialmente per chi – almeno all’inizio – non vuole farlo sul serio. Sì, perché Jacopo ha amato tanto Gabriella, davvero moltissimo. E il lettore è straziato dalla sua sofferenza, dalla consapevolezza che, qualche volta, purtroppo l’amore non basta.

Annie, nonostante la giovanissima età – ha soltanto ventidue anni – si è guadagnata un fortissimo seguito sui social. Leggendo Il vuoto che resta non è difficile capire il perché: la grande sensibilità dell’artista si percepisce ad ogni pagina. Questo libro è un piccolo diario, un percorso verso l’accettazione della mancanza e della solitudine. A un cuore ferito serve tempo, e ogni amore finito ci segna, contribuisce a renderci ciò che saremo in futuro.

Il vuoto che resta non è un libro adatto soltanto a chi ha alle spalle una delusione d’amore, ma in generale a tutti i romantici, perché un po’ di Jacopo è presente in ognuno di noi.

Titolo: Il vuoto che resta
Autrice: Tutte le mele di Annie
Editore: BeccoGiallo
160 pp., col. – 16,00 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282