Comicon 2016 a Napoli: report primo giorno

napoli-comicon-2016

Ci siamo. L’edizione 2016 del Comicon di Napoli è ai nastri di partenza. Amo questi momenti in cui la città si riempie di strani personaggi, quasi come se si spalancassero le porte di una dimensione parallela dove tutti sono un pochino più colorati e felici. Varcati i cancelli della Mostra d’Oltremare, ecco che spunta la consueta fila dei detentori di abbonamento che reclamano i gadget e i doni che gli sono stati promessi: nessuno entra nei padiglioni se prima non ottiene l’ormai tradizionale “kit di sopravvivenza”.

Ed eccoci qui, siamo ufficialmente entrati in un mondo di gran divertimento, da cosa si comincia? La prima tappa, naturalmente, è la sosta presso l’infopoint dove mi procuro la mia brava copia del programma giornaliero. Il primo giorno è già denso di eventi e, tra quelli degni di nota, segnalo certamente la presentazione di Mammacqua – l’ultima fatica di Paco Desiato di cui trovate un approfondimento nei miei articoli più recenti – e l’inaspettato incontro con l’uomo dei Pecché, all’anagrafe Carmine Faraco, che presenta il suo primo fumetto Pecché – La fabbrica dell’incubo. Sul versante ospiti, invece, sono presenti in fiera già da oggi il lupesco Silver e il buon Don Rosa. Le file per poterli raggiungere ed avere l’onore di una loro firma sono davvero – che ve lo dico a fare – impegnative, ma questo non basta certo a scoraggiare i fan. Così come non li scoraggia il tempo uggioso che ci è toccato in sorte per questo primo giorno di Comicon – e che pare funesterà anche i giorni a venire – perché quando l’entusiasmo delle persone è così grande non c’è davvero temporale che tenga.

Tutte presenti all’appello anche le aree tematiche che, di consueto, vengono allestite in fiera: l’area Kids, con i laboratori e i momenti di gioco dedicati ai più piccoli, l’Auditorium CartooNa, dove si assiste sempre ad interessanti proiezioni ed anteprime e, last but not least, l’Asian Village, pieno zeppo di cose interessanti da fare e da imparare a proposito del sempre più amato mondo del Sol Levante.

Dunque, anche se ovviamente non fila tutto liscio come l’olio e qualche piccolo contrattempo può sempre verificarsi, le prime impressioni sono nettamente positive anche quest’anno. Credo che domani andrò a dare una sbirciatina alle mostre che promettono di essere davvero interessanti e ben fatte. Vi tengo aggiornati!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282