La leggenda di Arslan

Arslan

Dopo averci fatto sognare con le alchimie e i segreti dei fratelli Elric in Fullmetal Alchemist ed essere passata ad ambientazioni più rupestri e contadine con Silver Spoon, Hiromu Arakawa torna ad allietarci con i suoi meravigliosi disegni, grazie all’adattamento manga del famoso ciclo di romanzi Arslan Senki, conosciuto in Italia come La leggenda di Arslan.

Ammetto di essere in special modo entusiasta di questo manga perché Fullmetal Alchemist mi ha reso particolarmente cara la sua autrice, anche se, nel caso de La leggenda di Arslan, la brava Arakawa ha “soltanto” messo la sua matita al servizio delle trame intessute da Yoshiki Tanaka. Diventato famoso in Giappone grazie all’opera fantascientifica Legend of Galactic Heroes, successivamente ha deciso di cimentarsi con il fantasy più classico scrivendo Arslan Senki, serie che in patria è già stata adattata in due film d’animazione, una serie tv, quattro OAV e in un manga già concluso con un finale alternativo rispetto ai romanzi, che sono tuttora in corso di pubblicazione.

Indiscusso protagonista della vicenda è il giovane Arslan, figlio di re Andragoras e legittimo erede al trono del regno di Pars. Padre e figlio non potrebbero essere più diversi: il ragazzo è solare, gentile e dall’animo buono; il re è severo e irascibile, e sicuramente non è molto amato. Proprio all’inizio della storia, a causa di una battaglia combattuta con la vicina nazione della Lusitania, il regno di Pars cade e il giovane principe perderà improvvisamente tutto ciò che aveva, ritrovandosi costretto a lottare duramente per riconquistare ciò che gli appartiene di diritto.

La storia fin qui sembrerebbe molto legata agli schemi più classici del fantasy, mentre dal punto di vista grafico i disegni di Arakawa sono diventati ancor più belli dai tempi di Fullmetal Alchemist, regalandoci delle tavole davvero godibili e ben fatte. Probabilmente è ancora presto per fornire un giudizio definitivo su questo manga ma La leggenda di Arslan ha di sicuro tutte le carte in regola per diventare una serie di grande successo!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282