Intervista a Lorenzo la Neve, scrittore di Pinguini Tattici Nucleari

Lorenzo la Neve è il giovane sceneggiatore del graphic novel – targato BeccoGialloPinguini Tattici Nucleari.

Lorenzo la Neve

Il libro è un’opera “sperimentale” a fumetti, che utilizzando il linguaggio della nona arte, riesce a parlare di musica. Anzi, a far parlare la musica, perché ognuno dei racconti che compone il fumetto – sceneggiati da Lorenzo la Neve e disegnati da dieci giovani talenti dell’attuale panorama a fumetti: Quasirosso, Ernesto Anderle, Francesco Guarnaccia, Giangioff, Fumettibrutti, Elisa 2B, Matilde Simoni, Roberto d’Agnano, Federico Gaddi e Leonardo Mazzoli – racconta, in effetti, le hit più famose della band indie Pinguini Tattici Nucleari.

Non serve essere fan del gruppo per appassionarsi alla lettura, anche se l’esperienza ne risulterebbe ovviamente arricchita.

Tra le precedenti opere del fumettista, ricordiamo Ogni Tramonto, realizzato insieme a Elisa Duebì e i volumi Rosa Grezzo e Giungla Urbana con Matilde Simoni.

Lasciamo ora la parola al nostro sceneggiatore, che ha gentilmente acconsentito a concederci questa intervista, dopo i grandi consensi ricevuti a Lucca Comics 2019.

Partiamo dall’inizio: come nasce il progetto a fumetti Pinguini Tattici Nucleari?
Conosco i Pinguini da tanto tempo. Avevamo già fatto un acerbo webcomic qualche anno fa, ma ora che loro sono cresciuti così tanto e noi siamo entrati nel mercato dell’editoria, ci sembrava bello e giusto creare qualcosa di nuovo su larga scala. Così ci siamo messi in contatto e abbiamo messo in contatto i nostri relatori, l’entusiasmo si è diffuso subito.

Che rapporto si è creato con i componenti della band?
Con Elio ormai sono amico da molto prima di questo libro. Riccardo già lo conoscevo, ma questa è stata l’occasione per conoscerci ancora meglio. Gli altri pinguini li conoscevo di vista quando andavo nei backstage dei loro concerti, ma anche con loro a Lucca si è creata una bella intesa.

E con gli altri autori?
Gli altri autori sono o tra i miei migliori amici, o tra le più belle conoscenze che ho. Matilde, che ha realizzato character design, copertina e 3 capitoli, è la mia partner lavorativa stabile. Roberto D’Agnano, Federico Gaddi, Elisa 2B, Giangioff, Leonardo Mazzoli e Guarnaccia sono anche collaboratori della mia etichetta Bad Moon Rising Production (fondata con Mattia ‘Drugo’ Secci, Mitja Bichon e Matilde stessa), mentre Quasirosso, Ernesto Anderle e Fumettibrutti sono grandi nomi con il quale abbiamo un bel rapporto e che hanno da subito accettato di collaborare.

Vuoi raccontarci la performance che si è tenuta al Teatro del Giglio durante le giornate di Lucca Comics 2019?
È stata molto bella. Una parte, la prima, è stata introduttiva al libro; poi abbiamo fatto parlare i Pinguini e disegnare gli artisti, e a sorpresa abbiamo chiuso con 3 pezzi in acustico. Grande situazione e grande pubblico.

Ti va di parlare del tuo ruolo di sceneggiatore?
Io mi sento un fumettista a tutti gli effetti. Semplicemente la sceneggiatura ti impone di lavorare con qualcun altro, ma è la più bella imposizione che esista quando l’altro è bravissimo. Ho la fortuna di lavorare sempre con gente talentuosissima. In questo libro la sceneggiatura è stato un lavoro di documentazione, di approfondimento, di fedeltà ma al contempo di emancipazione dal testo originale delle canzoni. Volevo sia che il libro ci facesse entrare nel mondo Pinguino, sia che lo espandesse ulteriormente.

Il momento più bello e quello più difficile durante la lavorazione di Pinguini Tattici Nucleari.
Il momento più bello era senza dubbio ricevere le tavole pronte dai disegnatori. Sono tutte così diverse e così belle, è sempre una ficata quando vedi un libro prendere vita, in casi come questo in cui è così variegato ancora di più. Il più difficile è stato l’inizio, il cercare di capire come creare un prodotto che avesse senso di esistere a sé. Sembra facile ma è veramente complicato quando si tratta di lavorare con materiale altrui di tutt’altro medium. Ma pare abbia funzionato quindi daje!

Ti auguri di ripetere presto questo tipo di esperienza?
Ai nuovi libri sto già lavorando, ma mi piacerebbe certamente tornare a lavorare coi Pinguini. Magari tra qualche annetto si fa un sequel!

Progetti per il futuro?
L’anno prossimo esce il terzo libro della serie di Stephanie & Louis. Oltre a quello, con Matilde stiamo lavorando ad una nuova graphic novel, che non sappiamo ancora né quando uscirà né con chi. A gennaio uscirà il sesto numero del Bad Moon Rising Magazine, e ci sono anche un altro paio di libri che conto di fare uscire tra il 2019 e il 2020.

Insomma, sentiremo parlare molto spesso di Lorenzo la Neve… Garantito!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282