Il Giardino dell’Eden: arriva la raccolta di storie brevi della maestra Kaoru Fujiwara

Il Giardino dell’Eden è la prima opera della maestra Kaoru Fujiwara a godere di una trasposizione italiana. È la Star Comics a portare da noi questo manga, un volume autoconclusivo che finisce dritto dritto nella collana Wasabi, dedicata alle opere più mature.

Il Giardino dell’Eden

Il volume Il Giardino dell’Eden è, a tutti gli effetti, una raccolta: all’interno troviamo quattro diverse storie brevi, di cui soltanto la terza consta di più capitoli.

Il primo racconto ci porta a conoscenza delle disavventure di un professore dall’innamoramento facile. L’uomo cede spesso alle lusinghe delle sue studentesse, ma non si tratta di un semplice playboy: nel suo passato si cela un trauma che l’ha portato ad essere cinico e disilluso.

Il secondo capitolo è una storia davvero breve – soltanto otto tavole – e quasi totalmente muta: una ragazza infelice è in attesa di una parola dal suo amante, che ha il potere di salvarla o di condannarla a una tristezza perenne.

La storia suddivisa in più capitoli, la terza, è quella di due gemelli, Chiaki e Chihiro. Il secondo non esce più di casa da lungo tempo, mentre il primo cerca di scuotere il ragazzo dalla sua apatia. Chihiro, nel momento in cui si trova in compagnia di altre persone, ha delle visioni – tutte riguardanti delle future tragedie – e quando ciò accade, è come se le trasmettesse al gemello, che avverte tutto il dolore insito in esse. Farà bene Chiaki a spronare il gemello? O le cose prenderanno presto una piega terribile?

Chiude il volume una rivisitazione della fiaba di Cappuccetto Rosso, dove il lupo incarna prepotentemente la perdita dell’innocenza della protagonista.

L’atmosfera che si respira in questi racconti è una grande malinconia, mista ad un’irrequietezza capace di trasportare il lettore negli abissi più profondi della psiche umana. Persone che portano avanti vite in apparenza “normali”, nascondono invece traumi mai risolti e terribili segreti, che possono condurli alla tragedia e perfino verso la follia.

Queste figure tragiche, sempre in bilico su un filo sottile, appaiono rassegnate. Nelle opere della Fujiwara esiste un destino a cui non si può sfuggire e i suoi personaggi recitano il ruolo a loro assegnato, senza protestare.

Dal punto di vista stilistico, i disegni de Il Giardino dell’Eden mi hanno ricordato un po’ quelli di un’altra grande maestra giapponese, Fuyumi Soryo. Anche la Fujiwara possiede un tratto elegante e delicato, che dona alle figure un’aria sfuggente e sempre sospesa in una dimensione da sogno.

I personaggi di Kaoru Fujiwara hanno una personalissima visione di quello che dovrebbe essere “l’Eden”. Anime inquiete, in cerca di qualcosa che appaghi il loro stato di perenne insoddisfazione. Quindi non parliamo di “banale” felicità, tutt’altro. Perché, per quanto cerchino, i protagonisti sembrerebbero del tutto incapaci di raggiungerla.

In conclusione, Il Giardino dell’Eden è una lettura diversa, insolita e affascinante, che mi sento davvero di consigliare.

Titolo: Il Giardino dell’Eden
Autore: Kaoru Fujiwara
Editore: Edizioni Star Comics
176 pp., b/n – 12,00 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282