Vita da Slime

slime_2

Vita da Slime, il manga tratto dalla quasi omonima light novel giapponese romanzo illustrato scritto in stile manga e destinato ad un pubblico perlopiù giovanileed edito in Italia da Star Comics, è, come il titolo lascia presagire, la storia di uno slime, ossia una creatura morbida e tondeggiante, ma dotata di straordinari poteri!

Ma andiamo per gradi. La storia – ideata dal romanziere Fuse – comincia nel mondo umano e vede come protagonista Satoru Mikami, un trentasettenne impiegato d’azienda che conduce una vita molto semplice e monotona: niente grande amore o matrimonio in vista, nessun avvenimento emozionante all’orizzonte. Facciamo la conoscenza di Satoru mentre si trova in compagnia del kohai – collega più giovane a scuola o sul lavoro – Murata e la fidanzata di quest’ultimo, nota per essere la ragazza più carina nell’azienda dove i due lavorano. Mentre il trio passeggia tranquillamente in strada, un balordo armato di coltello si avventa su di loro. Il nostro protagonista, accortosi della sua presenza, si frappone istintivamente fra il criminale e l’amico e, come risultato, viene ferito gravemente. Il ragazzo non realizza immediatamente cosa sta accadendo, sente soltanto uno strano calore nella schiena e perde conoscenza, mentre Murata gli confessa tra le lacrime di averlo invitato fuori solo per vantarsi della sua bella fidanzata.

Sembra che per Mikami non ci sia più nulla da fare, la ferita è molto seria e il suo destino parrebbe segnato. Eppure le cose prendono una piega inattesa perché Satoru, anziché raggiungere l’oblio, si rende conto di continuare ad avvertire il mondo intorno a sé, anche se in maniera diversa rispetto a com’era stato fino a quel momento. Si sente “molliccio” e privo dei cinque sensi umani, ma riesce ad assorbire le cose con il suo corpo e in qualche modo ha conservato la sua coscienza. Capisce così di essere morto e di essersi reincarnato in uno slime: del resto, già quand’era ancora umano, aveva sognato che gli sarebbe accaduto qualcosa di simile, quindi non sembra molto sorpreso della cosa, ma solo desideroso di adattarsi alla sua nuova forma.

Da questo punto in poi del manga, ci si ritrova catapultati in uno scenario da Gdr, poiché il neonato slime dovrà muoversi attraverso vari scenari, imparando ad acquisire nuove capacità. Ucciderà, per difendersi, molti mostriciattoli di basso livello, assorbendone i poteri grazie alle sue abilità uniche di “grande saggio” e “predatore”. Ben presto incontrerà sul suo cammino il drago Veldra, da lungo tempo sigillato in una grotta che, pur di uscire dalla sua eterna prigione, accetta di farsi “mangiare” da Satoru per cercare insieme a lui un modo per spezzare il sigillo. Il drago sarà anche colui che battezzerà lo slime con il nome di Limur Tempest, dando di fatto inizio alla nuova, strampalata vita del nostro. In più, la scomparsa del drago dalle terre ove risiedeva, metterà in moto tutta una serie di eventi, che finiranno con il coinvolgere il piccolo e “puccioso” Limur.

Se siete alla ricerca di un fantasy di matrice squisitamente giapponese, Vita da Slime è la scelta perfetta. C’è tutto quello che occorre per un appassionato del genere: elfi, tribù di goblin, nani costruttori e creature misteriose di ogni specie. A partire dal protagonista, che è un esserino molto, ma molto strambo. Lo sviluppo della storia lascia presagire che Limur formerà una sua squadra, dove ogni alleato avrà un preciso ruolo, come sempre accade nelle storie ambientate in mondi fantastici. La lettura è veloce e si sviluppa seguendo un preciso intreccio, che si dipanerà nei volumi a venire – al momento sette, ancora in corso. Ho trovato molto divertente anche la postfazione dello scrittore, in cui confessava i suoi timori per un eventuale insuccesso del primo volume, a causa della quasi totale assenza di personaggi femminili, fatto davvero insolito per uno shonen manga. I disegni di Taiki Kawakami, che prendono spunto dal character design originale di Mitz Vah – già illustratore del romanzo – sono molto equilibrati e ben si prestano a rappresentare le varie “razze” che popolano il mondo dove il simpatico Limur è finito. Dopo aver letto il primo volume, mi è rimasta una gran curiosità circa l’esistenza umana di Satoru: il ragazzo è morto per davvero? Tornerà mai alle sue spoglie mortali? Oppure troverà infinitamente più interessante la sua nuova vita? Lo scopriremo solo leggendo!

Titolo: Vita da Slime
Autore: Fuse, Taiki Kawakami
Editore: Edizioni Star Comics
224 pp., b/n – 4,90 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282