Verdena – Endkadenz vol.1: live

verdena endkadenz vol.1

I Verdena approdano alla Casa della Musica di Napoli e presentano il loro Endkadenz vol.1 in un live serratissimo e senza orpelli, dove è solo la loro musica ad essere protagonista. Sono cresciuti, tanto, e, durante il loro periodo di pausa, sono riusciti a creare un sound eterogeneo ma riconoscibile che pesca a piene mani nel pop battistiano degli anni ’90 e nelle cavalcate progressive dei Motorpsycho.

Scena essenziale, scaletta senza pause e delirio puro : i Verdena abbandonano quasi completamente il passato adolescenziale ricordandolo, quasi come sfogliando un vecchio album di foto, solo con Ovunque e Valvonauta e dedicano il live all’ultima parte della loro carriera. Il risultato è entusiasmante, un vortice psichedelico di suoni e rumori, a tratti aspro, che si presenta come un diamante grezzo ibridato da tante suggestioni. Le melodie non seguono percorsi comuni eppure entrano dentro, le ballate non posseggono forme semplici e riconoscibili ma sono lampi ossessivi, come in Funeralus, pieni di fendenti chitarristici e incursioni al pianoforte. Nulla di nuovo e rivoluzionario – i Flaming Lips e i Mercury Rev hanno già detto tanto sull’argomento – ma in Italia è difficile, se non impossibile, trovare una produzione del genere.

Chitarre che esplodono e implodono di continuo, cambi di tempo repentini, brevi divagazioni dream pop che lasciano il segno, i Verdena, oggi, dal vivo non assomigliano a nessun gruppo italiano indie in circolazione ed è una qualità da non sottovalutare mai. I Verdena stanno sperimentando una nuova forma canzone, lontana dai canoni estetici classici, e, al di là del risultato finale che può soddisfare o meno, sono gli unici in Italia a portare avanti coerentemente il loro progetto, con sudore e passione, senza cedere mai alle mode. Chapeau.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282