Tsubaki-Cho Lonely Planet

Tsubaki cho

Capita spesso negli shojo manga che, a mettere in moto la storia, sia un’imprudenza commessa dai genitori dei personaggi principali, che si ritrovano così a gestire situazioni complicate ed assurde, pur essendo ancora dei ragazzini. Questo tipo di espediente serve principalmente a mettere in luce la forza d’animo della protagonista  – trattandosi di shojo, molto probabilmente stiamo parlando di una lei – ma, quasi sempre, crea anche un punto di contatto con qualche fascinoso sconosciuto. Quello che accade alla studentessa sedicenne Fumi Oono nella serie Tsubaki-Cho Lonely Planet è proprio qualcosa del genere: a causa di un enorme debito contratto dal padre, Fumi si ritrova senza una dimora e con la necessità impellente di guadagnare quanto più possibile per estinguere il gravoso debito del genitore. Dall’oggi al domani, dunque, finisce a far da domestica a casa del maestro Akatsuki Kibikino, famoso scrittore di romanzi d’ambientazione storica. Inutile dire che il romanziere non è il dolce nonnino che la ragazza si era aspettata di conoscere, ma un tenebroso ragazzo dai modi bruschi e spicci, che le farà ben presto battere il cuore…

La convivenza forzata tra i due non comincia benissimo poiché anche lo strambo scrittore attendeva, al posto di Fumi, una sorta di attempata signora che gli avrebbe sistemato la casa senza dargli particolari grattacapi. Quando però si renderà conto che la ragazza è sola al mondo – il padre si è imbarcato su un peschereccio e la madre è purtroppo venuta a mancare  anni prima – le dimostrerà comprensione e simpatia, decidendo di vegliare su di lei.

L’intreccio di base del manga è molto lineare, ma i personaggi funzionano e si rivelano interessanti e ben tratteggiati: Fumi è una liceale atipica, talmente presa dalle preoccupazioni quotidiane, da desiderare più ardentemente un aspirapolvere che un ragazzo; il maestro Kibikino, al contrario, non sa prendersi cura di sé stesso e non bada affatto alla quotidianità e anzi, quando è in fase creativa, dimentica perfino di mangiare. Ci troviamo di fronte a due ragazzi che, a dispetto delle apparenze, potrebbero funzionare molto bene come coppia, proprio perché complementari.

L’elemento che completa una lettura davvero piacevolissima, sono i bei disegni di Mika Yamamori. Grazie ad un tratto leggero e morbido, la mangaka – già autrice di diverse storie brevi e della serie lunga Hirunaka no Ryuusei editata anche in Italia – realizza tavole che, nell’insieme, definirei “luminose”, caratterizzate da pochi e ben equilibrati elementi.

Titolo: Tsubaki-Cho Lonely Planet
Autore: Mika Yamamori
Editore: Edizioni Star Comics
176 pp., b/n – 4,30 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282