Nottetempo

nottetempo

“Se non puoi condividere con lei la musica… tutto il pubblico del mondo non basta, non esiste.”

Come si fa a lasciar andare la persona che ami? Come si può accettare che chi rendeva speciale la tua vita non ci sia più da nessuna parte, per quanto tu possa continuare a cercarla?

Tutto ciò che ai tuoi occhi era bello diventa improvvisamente misero e il tocco delle tue mani, che una volta era in grado di creare meravigliose melodie, ora è perduto, incapace di plasmare alcunché.

È una storia straziante quella raccontata da Luca Russo nel suo Nottetempo: all’inizio ci sono Giulia e Alberto insieme, una coppia innamorata e felice, lui è un musicista di talento e lei la sua musa, amata fin dal primo istante. E poi, anni dopo, c’è un uomo solo e disperato, Alberto, che ha perso la sua incantevole compagna di vita, a causa di una terribile malattia. L’arte che era in lui, la musica che fluiva attraverso le sue dita di pianista l’ha abbandonato per sempre, rendendolo un guscio vuoto e inerme, alla continua ricerca di quella scintilla che gli faccia tornare la voglia di creare, per colmare un vuoto talmente enorme da averlo sprofondato in una voragine di sofferenza dalla quale sembra impossibile liberarsi.

Questo libro è un inno alla potenza delle immagini, un viaggio onirico tra le sensazioni e i sentimenti più profondi che l’essere umano può provare, dove ogni pennellata rende il dolore una cosa viva, inarrestabile, che corrompe l’anima senza alcuna possibilità di redenzione né salvezza. Alberto tenta disperatamente di riannodare i fili della sua vita, di andare avanti e impedire che “L’Arte” lo abbandoni, ma ogni tentativo è inutile: senza la sua Giulia, ogni cosa è oscura e priva di senso e lui, che rimane nel mondo dei vivi – in realtà morto insieme alla donna che ama – vagherà senza meta fino a quando, ormai stanco, non verrà il momento di raggiungerla.

L’artista romano Luca Russo – che ha già all’attivo altri lavori dal grande impatto visivo come (in)certe stanze e Guardami più forte, entrambi pubblicati da Tunué – in questo suo ultimo lavoro rivela appieno il suo animo da artigiano, realizzando un’opera intrigante che fonde pittura e fumetto. Nelle sue tavole – dove ogni vignetta rappresenta un piccolo, bellissimo quadro – nulla è lasciato al caso e l’attenzione ad ogni particolare le rende una vera delizia per gli occhi. La malinconica e solitaria storia di Alberto, pur essendo così dolorosa, è magnifica dal punto di vista grafico: tra maschere veneziane – la città sulla laguna è stata il teatro dell’amore dei due coniugi –  inquietanti ombre ed un palcoscenico sempre vuoto e in attesa, le emozioni dell’uomo sembrano esplodere e valicare i confini della carta stampata, arrivando dritto al cuore del lettore.

Titolo: Nottetempo
Autore: Luca Russo
Editore: Tunué
120 pp., col. – 16,90 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282