La regina nel bosco: il volume per ragazzi di Neil Gaiman

La regina nel bosco

L’incipit del libro per ragazzi La regina nel bosco sembra quello di una normale fiaba: c’è una principessa addormentata da salvare e qualcuno che dovrà farlo. Ma quando a scrivere è Neil Gaiman non bisogna dar nulla per scontato. Tanto per cominciare, infatti, la missione di salvataggio non è affidata al solito principe. Ma andiamo per gradi. La trama di base è molto semplice: ci sono due regni confinanti divisi da montagne che appaiono invalicabili. Naturalmente questo è vero soltanto se si considera l’impresa da un’unica prospettiva: dall’alto i monti sono sì inaccessibili ma per attraversarli basta passare dal basso. I nani, esseri per metà magici, non hanno nessun problema a passare da un lato all’altro grazie a tunnel scavati nel sottosuolo. All’inizio della nostra storia, tre nani in particolare stanno attraversando le montagne per portare alla loro regina un dono speciale. La nostra protagonista, infatti, la regina di Kanselaire, è alla vigilia delle sue nozze ed è giovane, scontrosa e affascinante come ogni buona regina che si rispetti. È un lieto evento quello che l’attende eppure i pensieri della regina sono cupi perché “se la vita era il tempo delle scelte, allora il matrimonio sarebbe stata la fine della vita.” Donna sposata, madre e regina del suo popolo. Un destino forse glorioso, ma già stabilito.

In un momento di così grande angoscia per l’avvenire, proprio grazie a quei tre nani viaggiatori di cui si parlava, la nostra eroina viene a conoscenza di un importante avvenimento: nel vicino regno di Dorimar sta accadendo qualcosa d’inspiegabile poiché tutti i suoi abitanti cadono addormentati all’improvviso e questa malattia del sonno, avanzando come una marea, rischia di coinvolgere anche il regno di Kanselaire. Perciò la regina – dopo aver consolato il futuro sposo – indossa la sua armatura e parte alla ricerca di un rimedio efficace alla strana malattia e, insieme ad esso, di una soluzione per i dilemmi che attanagliano il suo cuore.

Passando alla componente grafica del libro, è bene spendere qualche parola sui frizzanti disegni di Chris Riddell – già illustratore per il buon Gaiman de L’esilarante mistero del papà scomparso – che rendono al meglio la bella e ombrosa regina dai capelli corvini e i suoi fidati compagni d’avventura. La sua attenzione ai dettagli, poi, è davvero deliziosa: personalmente ho trovato adorabili i teschi dorati utilizzati per decorare la trapunta usata dalla protagonista. In definitiva, La regina nel bosco è un libro da leggere, rileggere e tramandare ai nipotini. In modo che tutti possano scoprire un nuovo modo di raccontare fiabe.

Da 11 anni in su, pagine 70, rilegato
Autori: Neil Gaiman, Chris Riddell
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: settembre 2015
€ 17,00

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Lor3nz0 ha detto:

    Se poi sono accompagnate, come nel caso de La Regina nel Bosco da illustrazioni tanto belle e sognanti, c’ da vero poco da fare, a parte premere il pulsante delle cinque stelline e sdilinquirsi in complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282