Il Riccio Innamorato

riccio_innamorato

“… Più che stare con tanta gente… Preferisco avere una persona importante al mio fianco.”

Kii Ozawa, studentessa di prima liceo molto dolce e allegra – nonché protagonista del manga di cui mi accingo a parlarvi, Il Riccio Innamorato di Nao Hinachi – ha una predilezione per i ricci e, proprio all’inizio della nostra storia, ne compra uno al negozio di animali, nonostante inizialmente stesse cercando un cane. Ciò che non s’immagina, però, è quanto finirà per legarsi ad un altro tipo di “riccio”, un tantino più umano: il bel tenebroso Heiji Hozuki! Quest’ultimo frequenta la stessa classe della protagonista e ha fama di essere violento e collerico, abituato a scontrarsi con gli altri ragazzi anche sul piano fisico, ragion per cui è temuto ed evitato dai più. Nonostante le brutte voci che girano su di lui, Kii si rende conto che il ragazzo reagisce solo se provocato, quasi come se fosse un piccolo riccio pronto a tirar fuori gli aculei per legittima difesa.

In un momento di distrazione – Ozawa è quasi sempre con la testa tra le nuvole e spesso si lascia trasportare dalle sue fantasticherie ad occhi aperti – la ragazza finisce con il rivelare ad Hozuki le sue elucubrazioni, dicendogli con entusiasmo: “Sei proprio come un riccio!”. Pur pentendosi quasi immediatamente di questa uscita, si rende conto che ormai è tardi per ritrattare e così si rassegna a ricevere una risposta piccata da parte del compagno. Incredibilmente, accade proprio il contrario di ciò che Kii aveva pensato, perché il ragazzo si mostra sorpreso e per nulla infastidito, dicendole che è la seconda persona ad aver fatto un simile paragone. Il ghiaccio è ormai sciolto e la piccola Ozawa non ci metterà molto ad innamorarsi dell’amico, capace di dedicarle dolcissimi sorrisi e ricoprirla di attenzioni, a dispetto di ciò che pensano tutti gli altri.

Da parte sua, anche Hozuki si legherà molto a Kii, introducendola nella cerchia dei suoi amici più stretti, come la ventenne Yukino – che inizialmente susciterà la gelosia della nostra, in quanto primo, inconsapevole amore del ragazzo, nonché colei che gli aveva dato il soprannome di “riccio”– e la sua piccola famiglia, composta dal figlioletto Kento e dal fidanzato Goda. Chiariti i primi malintesi, per i due liceali la strada verso l’amore sembrerebbe tutta in discesa, ma come sovente accade negli shojo, ecco spuntare i rivali in amore di turno: la bella e subdola Moeka e il simpatico Haruki, cugino del ragazzo di Yukino, molto attratto dalla nostra Kii. Quest’ultima, pur essendo attaccatissima ad Hozuki e desiderando per lui il meglio, è sempre molto insicura riguardo ai sentimenti che il ragazzo prova per lei e questo costituisce un grosso ostacolo alla loro felicità, mentre a noi lettori è chiaro sin da subito che il ragazzo la ricambia con grande calore.

Che dire, dunque, di questa prima prova seriale per la mangaka Hinachi? Si tratta di un fumetto davvero molto tenero. La protagonista è così carina e ingenua che non si può non sperare che realizzi il suo sogno d’amore, mentre il suo cavaliere è uno dei “bulli” più gentili di cui abbia mai letto in un manga. Lo stile di disegno dell’autrice – attualmente al lavoro su Fujiwara-kun wa Daitai Tadashii, che parla di una ragazza che non riesce a liberarsi del suo ruolo di “mascotte” – è molto morbido, essenziale e kawaii, e ben si presta ai toni romantici della storia, attentissima a delineare i sentimenti in boccio degli amabili protagonisti.

Titolo: Il Riccio Innamorato
Autore: Nao Hinachi
Editore: Edizioni Star Comics
192 pp., b/n – 4,50 €
Disponibili i volumi 1 e 2

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282