Il bivio di Paco Roca: quando fumetto e musica s’incontrano

Musica e fumetto sono due arti molto legate l’una all’altra. Spesso un fumettista è un musicista mancato o, semplicemente, un grandissimo appassionato di musica, anche se incapace di comporne. Non è strano, dunque, il forte legame di amicizia e stima lavorativa tra Paco Roca – fumettista spagnolo autore di Rughe, di cui la casa editrice Tunué ha pubblicato la quasi totalità delle opere – e José Manuel Casañ, leader della band valenciana Seguridad Social. Quattro anni di lavorazione insieme hanno prodotto Il bivio, un libro/confessione in cui c’è molto di entrambi gli artisti, che raccontano e si raccontano una storia senza tempo: l’eterna meraviglia di fare dei lavori creativi.

Il bivio nasce quasi per caso: José Manuel e Paco Roca sono amici e si rincontrano poiché il primo viene chiamato come ospite al programma radiofonico a cui il secondo partecipa da un po’ di anni. L’idea di fare un libro-disco insieme, all’inizio sembra quasi un gioco. José Manuel è entusiasta, mentre Paco Roca è un pochino più scettico – anche se molto attratto dall’idea – perché per lui creare una nuova opera significa sempre investire tantissimo tempo ed energie e siccome è già preso da molti altri progetti, gli risulta difficile prendere un altro grosso impegno. Nonostante ciò, la voglia di realizzare qualcosa insieme è forte e i due amici cominciano ad incontrarsi spesso per raccogliere le idee. È molto divertente il resoconto dei loro appuntamenti: dapprima parlano a ruota libera davanti a un bel bicchiere di vino, poi il fumettista comincia a portare con sé penna e quaderno e la quantità di vino bevuta diminuisce drasticamente.

Questo graphic novel è un’opera molto sincera, si sente sul serio quanto sia reale e appassionata. Al lettore non vengono risparmiati gli scoramenti, le crisi e la rabbia che possono accompagnare ogni progetto creativo che si rispetti, specie se a partecipare è più di una persona. Così, a un certo punto, Paco Roca è tentato di tirarsi indietro o ancora chiede all’amico di modificare totalmente l’idea di base da cui erano partiti, con il risultato di vanificare il lavoro svolto fino a quel momento.

Lo stile di disegno utilizzato da Paco Roca per le parti autobiografiche è quello già usato per altre sue opere con lo stesso taglio, come la saga dell’uomo in pigiama – per approfondire, potete dare un’occhiata a questo vecchio articolo – essenziale e godibilissimo. Il resoconto della lavorazione dell’opera è inframezzato con i racconti-canzone legati alla musica di José Manuel, realizzati con un mix di stili davvero fantastici!

Il bivio è il risultato di anni di elucubrazioni sui rispettivi mondi di appartenenza e del desiderio sincero di trasmettere la passione che anima i due artisti: dal funzionamento dell’industria discografica alla crisi delle riviste di fumetto negli anni Novanta, Il bivio è la testimonianza entusiasta e mai banale di due amici che ce l’hanno fatta e sono riusciti a vivere con i loro sogni.

Titolo: Il bivio
Autori: Paco Roca, Seguridad Social
Editore: Tunué
168 pp., col. – 20,00 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282