Giufà: intervista alla band siciliana per “Trinakristan”

giufà trinakristan

Trinakristan è il nuovo album dei Giufà in cui si attraversano, in dieci tracce, tutte le culture del Mediterraneo, tra suggestioni siciliane e melodie balcaniche. Un sound potente, allegro e caratterizzato, che è il loro marchio di fabbrica sin dagli esordi e che, oggi, diventa più corposo e maturo.

Li abbiamo intervistati per presentarli ai nostri lettori e per parlare del loro ultimo album.

Provate a raccontarvi. Chi sono i Giufà, come nascono e che suoni producono?

I Giufà sono in primo luogo una grande famiglia; tutto è cominciato nel 2008 da un gruppo molto affiatato di amici musicisti provenienti da esperienze e trascorsi in campo musicale profondamente diversi. Col tempo si sono aggiunti nuovi elementi che hanno arricchito ancor più il nostro bagaglio musicale. Sin dall’ inizio il nostro scopo è stato quello di creare brani inediti con sonorità che spaziano dai Balcani al sud Italia e dalla Spagna al Maghreb con una forte attitudine alla contaminazione tra quella che viene definita world music e quello che noi spesso chiamiamo Gipsy rock.

Come siete approdati a “Trinakristan”?

Nel 2013 abbiamo pubblicato “Ritmo Gitano” un album segnato da una forte predisposizione verso la rumba flamenco e la musica balcanica, da allora è iniziato un lungo tour che ci ha portati a confrontarci con diversi musicisti in giro per l’ Europa e ci ha dato molto in termini di crescita sia individuale che musicale. Ci piace pensare “Trinakristan” come un viaggio; ogni esperienza arricchisce un viaggio ed allo stesso modo questi due anni ci hanno arricchiti musicalmente portandoci a sperimentare nuove contaminazioni che nel nostro primo disco erano assenti.

Che cos’è, per voi, il Mediterraneo?

Credo che il termine mediterraneo sia più che una semplice denominazione geografica. E’ storicamente il punto in cui convergono oriente ed occidente, dove si incontrano e si sono sempre incontrate diverse civiltà. Alle volte queste si guardano in cagnesco altre volte si scrutano ed alle volte si fondono. A noi piace dare una rappresentazione musicale di ciò. Quindi se devo rispondere alla vostra domanda direi che fuori dagli stereotipi di un mediterraneo immobile ed arretrato, per noi il mediterraneo è fusione e movimento perenne.

Sarete in tour per l’Italia? Quali sono le prossime date?

Saremo in tour a partire da Aprile in Svizzera, seguirà l’ Italia ma il calendario è ancora in fase di allestimento. Possiamo dire che sarà un tour europeo e pubblicheremo tutte le date non appena il booking ci darà il calendario definitivo.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282