Frankenstein ‘o Mostro, una terrificante ed esilarante commedia musicale

Frankenstein_o_mostro_CastCompleto

Frankenstein ‘o mostro è una commedia musicale nata dalla collaborazione tra i Posteggiatori Tristi, progetto che ha rivitalizzato la posteggia classica napoletana, Sara Sole Notarbartolo, regista teatrale, e gli attori Valentina Curatoli e Rosario Giglio. Il risultato è una rilettura esilarante del mito shelleyano, che unisce gli stilemi classici della tradizione partenopea, sia musicale che teatrale, con gli elementi gotici del Frankenstein.

Sara Sole Notarbartolo sceglie di ambientare la commedia a Capri dando a Viktor Frankenstein una marcata cadenza napoletana e rispettando le sue origini dato che il celebre dottore nacque alla Riviera di Chiaia, alla fine del Settecento, da una nobile famiglia.
La storia, invece, parodizza il Frankenstein di Mary Shelley per dare vita ad una farsa stralunata e ridanciana: Sciarlotte Sciarappa, ricca e viziata proprietaria della “Sciarappa & Co”, commissiona a suo cugino Viktor Frankenstein, da sempre innamorato di lei, il perfetto operaio. In cambio, dovrà dargli, però, la sua mano. Karamazov, cantante del gruppo dei Posteggiatori Allegri, è il designato per questo esperimento che lo renderà un “mostro” senza anima.

Frankenstein ‘o mostro è chiaramente un omaggio all’arte del pastiche, pieno di elementi parodistici, ed è un lavoro leggero e godibile che stravolge la trama del Frankenstein classico per creare un tessuto narrativo su cui costruire le gag. La Notarbartolo cita film, tra cui “Frankenstein Junior” di Mel Brooks, mescola generi e allude al lavoro precario dell’attore riuscendo ad offrire una commedia brillante, spensierata e senza troppe pretese, che diverte e scorre via veloce. Rosario Giglio è un credibile Viktor Frankenstein, non sbaglia mai i tempi comici ed è ben spalleggiato da Pietro Botte, che da musico viene trasformato in mostro, “come l’operaio della fabbrica tayloristica che si nega, è infelice ed alienato”.
L’interpretazione di Giglio ricorda molto il Marchese del Monaco di Monza di Corbucci, interpretato da uno spumeggiante Nino Taranto, e non limita Pietro Botte, che riesce a districarsi tra musica e recitazione senza perdere mai smalto.

Da notare anche l’interpretazione di Valentina Curatoli che dona leggerezza e frivolezza al personaggio di Sciarlotte, l’unica, forse, che può commiserare l’esistenza terribile di Viktor ma che finisce per deriderlo, come capita in ogni buona parodia che si rispetti.

Al Piccolo Bellini di Napoli dal 23 al 26 febbraio 2017

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282