Fantacomics: l’irresistibile viaggio nei fumetti di Lastrucci

fanta-comics

Il forte interesse per la fantascienza, e in particolar modo per quella delle origini, caratterizzata da una semplicità di fondo che al giorno d’oggi è pressoché impossibile ritrovare in un’opera di fantasia, permea tutto il libro Fantacomics di Fabio Lastrucci, restituendoci un affresco davvero ben articolato su gran parte delle serie a fumetti che hanno gettato le basi per le opere più moderne.

L’autore del saggio è un artista poliedrico, impegnato in numerose attività: illustratore, scultore, ha scritto romanzi e collaborato sia con la televisione che con il teatro.

Fantacomics costituisce un vero e proprio manuale che va a ritroso nel tempo, come se Fabio ci invitasse ad accompagnarlo in un grande museo tematico, alla scoperta di storie che ci sono estremamente familiari, per dare finalmente una giusta collocazione mentale a personaggi di cui abbiamo sicuramente visto o letto qualcosa.

Tutto comincia con Flash Gordon, ispiratore di un inesauribile filone di fantascienza. La prima storia che incontriamo è made in France, si tratta delle avventure spaziali di Les pionniers de l’Espérance, realizzata da Roger Lécureux alla sceneggiatura e Raimond Poïvet ai disegni. Le tematiche affrontate coprono molti degli schemi più classici: difficoltà nella comunicazione interraziale, attacchi extraterrestri, intelligenze artificiali. Temi che costituiscono un punto di partenza ideale per i racconti di fantascienza che sarebbero arrivati in seguito.

Ad ogni modo, è davvero impossibile menzionare in questa sede tutti i personaggi che vengono analizzati ed approfonditi all’interno del saggio. C’è il terribile super criminale Ténèbrax, creato dalla coppia di autori Lob e Pichard, oppure il bello e biondissimo Garth, creato da Steve Dowling e Gordon Boshell, supereroe alieno che fa il verso a un ben più noto extraterrestre adottato dalla comunità superomistica, o ancora l’artigliato Steel Claw e le sue molteplici trasformazioni.

Scopriamo poi come lo Spider-Man creato da Lee e Ditko non sia stato il primo tessiragnatele della storia del fumetto o quanto la radioattività abbia sempre stimolato la fantasia degli scrittori, nel bene e nel male.

Partendo da lontanissimo, si arriva quindi a parlare di personaggi forse più noti al grande pubblico: le radiazioni vengono inevitabilmente associate al gigante verde Hulk e ad alcune tematiche certamente vicine ai lettori odierni, legati alla fantascienza di Alan Moore, portavoce di quel fumetto maturo che ha segnato una netta linea di confine tra il “prima” e il “dopo”.

Un plauso merita quindi il bravo Fabio Lastrucci, che riesce a farci ricordare gloriose annate del fumetto, grazie ad una ricerca accurata e minuziosa e ad una grande, infinita passione.

 

Titolo: Fantacomics

Autore: Fabio Lastrucci

Editore: Delos Digital

e-book, 83 pp. – 2,99 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282