Consigli per le letture estive: Haru x Kiyo di Akira Ozaki

Essere più alta della media è un grosso problema per Koharu Miyamoto, perchè la rende un facile bersaglio per gli scherzi dei compagni di scuola più immaturi, che le affibbiano vari nomignoli – ultimo della serie è “kyoshinhei”, ossia uno dei giganteschi guerrieri invincibili del meraviglioso Nausicaä della Valle del vento di Hayao Miyazaki. La protagonista di Haru x Kiyo di Akira Ozaki – serie la cui uscita giapponese risale al 2013, pubblicata in Italia da Edizioni Star Comics e conclusasi lo scorso mese con il nono volume – è inoltre molto timida e poco avvezza a parlare con gli amici maschi, con il risultato di ritrovarsi ad essere totalmente inesperta nelle questioni amorose.

Ad attirare l’attenzione di Koharu è il compagno Hikawa, dolce e gentile come un uomo d’altri tempi, accende il cuore della nostra gigantessa, che si ritrova a scrivergli una lettera d’amore quasi senza accorgersene. Mentre sta per infilarla nell’armadietto del ragazzo – chi legge abitualmente shojo manga sa che, per tradizione, le studentesse giapponesi usano spesso fare così per comunicare i propri sentimenti – viene intercettata da Kiyoshiro Mineta, un compagno di classe di trenta centimetri più basso, con la fama di essere un secchione glaciale, che, da dietro le sue lenti da intellettuale, guarda gli altri con sufficienza. Interrotta mentre sta compiendo un’azione così imbarazzante, Koharu fugge via, così la lettera per Hikawa cade nelle mani di Mineta! Il giorno dopo, quest’ultimo fa credere all’ingenua Koharu di aver già consegnato la lettera al ragazzo dei suoi sogni – in realtà l’aveva conservata per potergliela restituire – e finisce che, in maniera confusa e impacciata, la protagonista confessa i suoi sentimenti al belloccio Hikawa, il quale, incredibilmente e contro ogni previsione, le propone di frequentarlo.

Mineta, testimone della dichiarazione amorosa – e del successivo svenimento della nostra spilungona – si sente in dovere di darle un consiglio: “Se vuoi tirarti indietro, questo è il momento giusto per farlo”. Koharu non capisce cosa stia cercando di dirle l’amico, credeva che potesse cominciare una bella storia d’amore e invece le arriva un avvertimento così strano… I fatti, però, sembrano dar ragione a Mineta, perchè Hikawa ha un’amica d’infanzia di cui è innamorato da sempre e vuole uscire con altre ragazze soltanto per cercare di togliersela dalla testa. La prima, cocente delusione amorosa di Koharu, getta le basi di una grande amicizia tra lei e l’occhialuto compagno, con il risultato che i due cominciano a frequentarsi sempre di più, fino a maturare un vero interesse l’uno per l’altra. Inizialmente Koharu non vede Mineta come uomo – è tanto più piccino di lei! – ma con il tempo si rende conto che il ragazzo è davvero affascinante e molto corteggiato. Anche lui, però, ha una ragazza che non riesce a dimenticare del tutto…

Haru x Kiyo è un manga che ha il suo punto di forza nella caratterizzazione e simpatia dei suoi personaggi. Sì, perché intorno alla coppia principale, ruotano tanti amici uno più strampalato dell’altro, dalle best friends di Koharu, Maru e Tama – le due sanno essere incredibilmente perfide e spaventose – al bulletto Shimura che, dietro il suo perenne atteggiamento di sfida, nasconde un animo romantico e una grande passione per una certa gigantesca ragazza… Tutti gli elementi della classica commedia liceale sono presenti, ma la serie ci restituisce l’idea di un manga pensato soprattutto per far divertire – anche se non mancano i momenti da super batticuore per i più romantici – grazie all’uso di elementi esagerati e caricaturali, come la mastodontica famiglia della protagonista, a partire dal loro cane, naturalmente enorme, che le persone scambiano continuamente per un orso.

Akira Ozaki utilizza un tratto semplice e dinamico, ottimo per raccontare questa dolce liaison fra i banchi di scuola. Come dicevo, i personaggi si rendono adorabili ai nostri occhi grazie a tutti i loro difetti e manie: l’eroina è insicura e timorosa, nonostante il suo aspetto imponente e il protagonista maschile, pur essendo in formato tascabile, sa invece far innamorare con il suo aplomb tutte le sue lettrici. Il plot della storia potrebbe ricordare un altro manga, il famoso Lovely Complex di Aya Nakahara, dove pure si parlava di enormi differenze d’altezza in amore. In realtà si tratta di due fumetti molto diversi, entrambi con una precisa identità.
In conclusione, la serie Haru x Kiyo è una lettura fresca, spassosa e tenera, semplicemente perfetta per svagarsi in questo agosto assolato.

Titolo: Haru x Kiyo
Autore: Akira Ozaki
Editore: Edizioni Star Comics
176 pp., b/n – 4,30 €
Disponibili i volumi da 1 a 9

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282