Codename Sailor V: la prima guerriera!

Codename Sailor V

Codename Sailor V è il prequel del famosissimo manga Pretty Guardian Sailor Moon di Naoko Takeuchi. Tra marzo e aprile sono usciti, per Edizioni Star Comics – che ha pubblicato anche l’intera saga delle guerriere sailor più due special intitolati Short Stories – i due tankobon, con pagine iniziali a colori, che raccolgono le avventure della bella Venus, personificazione dell’amore e della bellezza.

Peccato che per Minako Aino – alter ego della combattente Sailor V – il cammino per diventare un’impeccabile dea dell’amore sia molto lungo: la ragazza, infatti, è pasticciona e svogliata quasi quanto la futura compagna di battaglie Usagi. Del resto, leggendo Codename Sailor V, ci si rende conto che il fumetto è stato un vero e proprio banco di prova per la serie principale della maestra Takeuchi: Minako, in queste storie, è quasi un prototipo per Sailor Moon, mentre l’organizzazione malvagia che combatte non ha ancora svelato i suoi obiettivi, mostrandosi alla rivale in una fase, per così dire, “preparatoria”.

Questo non toglie nulla alle avventure in solitaria dell’eroina, anzi. Le storie sono meno drammatiche e più spiccatamente comiche, con un sapore più urbano che le rende molto piacevoli e divertenti.

Sailor V, prima di entrare a far parte del quintetto delle sailor senshi come “effettiva” era già nota ai lettori di Sailor Moon come personaggio idolatrato dalla protagonista Usagi, che la considerava un modello da raggiungere. Protagonista di un videogioco a lei dedicato, ammantata da un alone di fascino e di mistero, nonché prima tra tutte ad affrontare il misterioso “nemico”, Sailor V si distingue inizialmente dalle compagne per una maggior consapevolezza in battaglia, unita alla sua naturale predisposizione ad essere un’eroina.

In realtà, in Codename Sailor V scopriamo che, agli inizi, Minako non è molto diversa da Usagi: ama mangiare schifezze davanti alla tv, giocare ai videogiochi e rincorrere ogni bel ragazzo che le passi davanti. Del resto, ha soltanto tredici anni!

Ad accompagnarla in tutte le sue dis-avventure ritroviamo il gatto bianco Artemis, il futuro compagno di Luna, dotato d’immensa pazienza e deciso a rendere la sua amica una delle combattenti più in gamba. Anche altri personaggi già noti fanno la loro comparsa, come ad esempio “il ragazzo della sala giochi” – per cui anche Usagi aveva una cotta.

Ovviamente, con il tempo, Venus maturerà fino a divenire una magnifica guerriera. Ciò che rimane immutato, invece, è l’affetto dei fan per tutte le opere legate all’universo di Sailor Moon, una serie che continua ad appassionare anche le nuove generazioni.

Il tratto di Naoko sensei utilizzato per Codename Sailor V è quello che avevamo imparato a conoscere ad amare in Pretty Guardian Sailor Moon: molto “anni 90”, che in questo periodo gli frutta un fascino vintage da non sottovalutare. Insomma, se siete fan della serie principale, questo è un tassello che non potete proprio perdervi!

Titolo: Codename Sailor V
Autore: Naoko Takeuchi
Editore: Edizioni Star Comics
278 pp., col. – b/n – 4,70 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282