Blue Flag: l’adolescenza secondo il fumettista KAITO

Blue Flag è il nuovo manga di KAITO – già conosciuto in patria per i fumetti a tema sportivo Cross Manage e Buddy Strike, qui inediti – pubblicato questo mese da Planet Manga.

Blue Flag

Questa più recente opera del mangaka, a differenza delle precedenti, lascia un po’ in ombra lo sport per concentrarsi invece sui sentimenti dei protagonisti, tre ragazzi all’ultimo anno di liceo.

In Giappone è usanza, all’inizio di ogni anno scolastico, venire assegnati a una nuova classe. Con questa operazione non sempre si conservano i vecchi compagni, anche se potrebbe essere un’occasione per stringere nuove amicizie. Ma per Taichi, io narrante di Blue Flag, questa non è affatto una buona opportunità. Il ragazzo è infatti molto schivo e si vergogna del suo status di “persona comune”.

È solito pensare a sé stesso come a qualcuno privo di grandi qualità, molto lontano dal poter mai attrarre una ragazza. Durante il suo ultimo anno di liceo, Taichi finisce in classe con Toma Mita, vera e propria icona della scuola, asso del club di baseball, vivace e pieno di amici, nonché idolo delle compagne: totalmente agli antipodi rispetto al nostro protagonista, insomma.

Nella sezione dei due ragazzi finisce anche Futaba Kuze, timida, impacciata e perdutamente innamorata dell’affascinante Toma.

Così il terzetto dei personaggi principali di Blue Flag è bello e servito, ma i rapporti tra loro sono destinati a evolversi molto rapidamente e in modi inaspettati. Taichi è scontroso e prova antipatia per la compagna Kuze – che gli ricorda la sua stessa goffaggine – e si tiene lontano da Toma, stabilendo che un’amicizia tra loro sia impossibile in quanto diversi come il giorno e la notte.

Ma gli altri due ragazzi non la pensano come lui. Toma è chiaramente affezionato al nostro protagonista e fa di tutto per dimostrarglielo. Futaba, dal canto suo, vedendo che i due ragazzi sono in buoni rapporti, finisce con l’avvicinarsi a Taichi per chiedergli qualche dritta sul suo principe… E le cose cominciano a muoversi!

Da ragazzo solitario che era, Taichi finisce per esser parte di un complicato triangolo. Senza contare che Toma ha una persona di cui è innamorato da sempre! Chi sarà mai?

Blue Flag è un manga sull’adolescenza e sui difficili sentimenti che caratterizzano quell’età. Ma non è mai melenso o stucchevole: i protagonisti sono animati dalle passioni più disparate e, pur agendo in maniera molto “giapponese” – ossia rispettosa e pacata – con i loro sorrisi e le loro lacrime parlano un linguaggio universale, che può essere capito e apprezzato dai lettori di ogni dove.

I disegni di KAITO sono freschi e molto accurati. La costruzione delle tavole di Blue Flag mira a mettere in risalto i sentimenti dei protagonisti, quindi ampio spazio è dedicato a primi e primissimi piani.

L’adolescenza merita sempre di essere raccontata. E quando viene trattata con così grande sensibilità, il risultato non può che essere godibilissimo.

Titolo: Blue Flag
Autore: KAITO
Editore: Panini Comics
224 pp., b/n – 4,50 €

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282