Blonde Redhead: le 5 canzoni da conoscere

blonde redhead

The one I love (Barragán, 2014)

Singolo estratto da Barragán, è un brano pop d’atmosfera, con un intenso crescendo finale.

 

Messenger (Misery is a butterfly, 2004)

Un pezzo sorprendente, dosato, delicato ma spiazzante perché i Blonde Redhead abbandonano quasi completamente le sonorità precedenti per concentrarsi maggiormente su arrangiamenti più curati.

 

Dr Strangeluv (23, 2007)

Uno dei brani del trio newyorkese più compiuto, una piccola gemma pop, con un drumming pressante, una linea melodica struggente e un forte debito da pagare allo shoegaze.

 

Lady M (Barragán, 2014)

Una canzone impalpabile e uno degli episodi migliori dell’ultimo lavoro. Dosata sulla voce di Kazu Makino, Amedeo e Simone Pace hanno costruito una superficie pulita su cui far risaltare i colori cristallini della voce di Kazu.

 

Bipolar (Fake can be just as good, 1997)

Un tempo sincopato e angosciante costituisce l’antro di questo bellissimo brano, che non mancherà di ipnotizzarvi che riprende gli stilemi dei Sonic Youth.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282