Autore: Valeria Lattanzio

0

Sai che lo vuoi

You Know You Want This. Sai che lo vuoi. È questo il titolo originale del primo libro di Kristen Roupenian. Un nome che un anno fa non avrebbe suggerito nulla, e che oggi è invece sinonimo di uno dei più sorprendenti fenomeni letterari contemporanei. In Italia la raccolta di racconti,...

0

Le braci di Sandor Márai, un addio

“Tu sei andato via, perché non potevi fare altrimenti e io ti ho aspettato, perché nemmeno io potevo fare diversamente. E sapevamo entrambi che ci saremmo incontrati ancora una volta, e che poi sarebbe stata la fine.” Le braci, edito da Adelphi, del noto autore ungherese Sandor Márai (o, per rispettare l’usanza...

0

Naif.Super di Erlend Loe, crisi esistenziali ed elenchi

  Cose che ho imparato leggendo Naif.Super di Erlend Loe: Si possono scrivere liste su più o meno qualsiasi argomento, e farlo è liberatorio e aiuta a riordinare la propria vita – o, almeno, regala l’illusione di poterci riuscire. Elenchi di cose che rendevano felici un tempo (ad esempio, andare...

Jocelyn uccide ancora, dal ridere 0

Jocelyn uccide ancora, dal ridere

“E venne il giorno in cui Gesù si recò al tempio di Gerusalemme, per onorare il Dio di cui era profeta sulla terra: Anubi.” Sono fermamente convinta che sia estremamente complesso non innamorarsi di un racconto con un simile incipit. Se poi i racconti sono circa cinquanta, e tutti mantengono...

1

Epepe di Ferenc Karinthy, il dramma dell’incomunicabilità

La morte non è nel non poter comunicare, ma nel non poter più essere compresi. (Pier Paolo Pasolini) “Epepe” dello scrittore ungherese Ferenc Karinthy – figlio del più celebre padre Frigyes Karinthy, romanziere e umorista, l’uomo che ha teorizzato per la prima volta i noti sei gradi di separazione – è...

0

Melancolia della resistenza di László Krasznahorkai

László Krasznahorkai, grandioso autore dal nome grandioso (e, per i più, impronunciabile), è considerato il più importante scrittore ungherese contemporaneo. Più volte parlando di Nobel per la letteratura è stato fatto il suo nome: le sue sono storie potenti, profonde, brucianti e visionarie. In Italia, però, è meno conosciuto di...

0

Desolation Road di Ian McDonald, destinazione marziana degli esclusi

Desolation Road di Ian McDonald è un libro che chiunque creda minimamente nel valore del fantastico dovrebbe leggere. È stato pubblicato da Zona 42, piccola ma straordinaria casa editrice di fantascienza e altre meraviglie, nel 2014: il loro primo libro. Uno dei fondatori, Giorgio Raffaelli, durante il Salone del Libro di...

0

Il ramo spezzato: Karen Green su David Foster Wallace

“È dura ricordare le cose tenere con tenerezza.” Il 12 settembre 2008 David Foster Wallace – uno degli autori più originali, sinceri, intelligenti, sperimentali e sorprendenti che la storia della letteratura abbia mai posseduto – si tolse la vita nella sua casa a Claremont, in California. Aveva 46 anni. Sua moglie, Karen...

Lucenti di Uduvicio Atanagi+AkaB 0

Lucenti di Uduvicio Atanagi+AkaB

Chi è Uduvicio Atanagi? Bella domanda. Si sa di lui che ha scritto della fantascienza, che è presente in alcune antologie, che ha un blog interessante e seguito dal nome che parodia in salsa sci-fi il più noto film del compianto maestro dell’animazione Isao Takahata. Ma chi è, questo i...

Notturno indiano di Tabucchi, l’onirico cammino verso se stessi 0

Notturno indiano di Tabucchi, l’onirico cammino verso se stessi

Prendete la scena iniziale de Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson, con Adrien Brody che corre verso il treno e lo prende al volo come se ne andasse della sua vita. Sta andando in India con i suoi fratelli. Sono tre, non si parlano da un secoli, ma...


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282