Anticipation of the night: Stan Brakhage scrive le sue regole

anticipation of the night

Anticipation of the Night è un film di Stan Brakhage del 1958 che stabilisce le regole principali dell’organizzazione delle immagini attraverso un ritmo narrativo definito. Come sempre, non c’è una storia da narrare ma un mood visivo, un’idea che procede per associazioni di immagini.

La struttura di “Anticipation of the night” è circolare, dall’alba al tramonto, senza passare per la notte. Gli alberi cambiano colore e perdono le foglie, danno e tolgono vita. L’attesa è costituita da un flusso di colori e forme che intriga costantemente creando una serie di significanti in una metamorfosi visiva potente ed estrema. Con “Anticipation of the night” Brakhage crea una nuova retorica del movimento della macchina da presa e un nuovo tipo di montaggio. Il protagonista, come lo spettatore, è solamente un voyeur e il suo suicidio eventuale è solo il risultato della sua noia e della sua incapacità di tornare bambino. Ritroviamo, inoltre, i tratti principali dei film precedenti di Brakhage, la fluidità delle immagini, il montaggio ossessivo e la sua passione per le sfumature di colore.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: Undefined variable: font_family in /home/mhd-01/www.armadillofurioso.it/htdocs/wp-content/plugins/gdpr-cookie-compliance/moove-modules.php on line 282